Descrizione Progetto

Automazione Spa progetta il cambiamento del modello di business attraverso l’Industrial IoT e la Realtà Aumentata

Automazione Spa sta adottando le tecnologie IoT e di Relatà Aumentata per garantire ai propri clienti una riduzione del tempo di downtime e un servizio di assistenza remota d’eccellenza.

Per motivi di riservatezza non è possibile riportare con trasparenza il nome dell’azienda oggetto del caso studio. Per questo indicheremo l’azienda di riferimento con il nome di Automazione Spa. Questa azienda è una media impresa italiana che progetta e realizza moduli ed impianti meccatronici personalizzati per l’automazione dei processi di assemblaggio.

La Sfida

L’obiettivo di Automazione Spa è quello di cambiare il proprio modello di business passando dalla vendita di prodotto alla vendita di capacità produttiva. Il progetto si è concentrato sulla ridefinizione del processo di assistenza posizionando la tecnologia a supporto dei clienti e del personale di assistenza.

La Soluzione

Xplo ha supportando Automazione Spa con le tecnologie IoT e AR per la creazione di un’infrastruttura adeguata a supportare il processo di trasformazione digitale.

Per aumentare l’efficienza nella risoluzione dei guasti non codificati si è previsto l’utilizzo di una piattaforma IoT in grado di monitorare e analizzare i dati provenienti dal campo: la connettività delle macchine permette di abbattere i tempi di notifica di problemi e fermi macchina. Allo stesso tempo, attraverso l’analisi dello storico di funzionamento delle macchine, è possibile prevedere un malfunzionamento o un femo produttivo prima che questo si verifichi effettivamente.

Attraverso strumenti di assistenza remota in realtà aumentata i tecnici specializzati di Automazione Spa sono facilitati nell’identificazione del guasto, nell’elaborazione della soluzione e nella fase di risoluzione (guidando i tecnici del cliente alla risoluzione del malfunzionamento).

Il sistema IoT integrato con il servizio di assistenza remota in realtà aumentata, porta ad una riduzione dei tempi medi di riparazione di circa il 45%. Inoltre il nuovo sistema garantisce una riduzione del numero di uscite dei tecnici grazie alla risoluzione dei guasti da remoto. Tutto ciò si traduce in una riduzione dei tempi di downtime per il cliente finale di circa il 30% .